Informati
×

Richiedi informazioni e parliamo del tuo caso

Induzione all’ovulazione

La pianificazione di rapporti sessuali nel periodo vicino all’ovulazione contribuisce a ottenere la gravidanza, poiché si cerca di coordinare meglio l’incontro di entrambi i gameti, ovulo/i e spermatozoi. Questa tecnica è adeguata per le donne giovani (meno di 35 anni), con un periodo di sterilità breve (inferiore a un anno e mezzo), una buona riserva ovarica, tube permeabili e partner con spermiogramma normale. La percentuale di concepimento auspicabile per questa tecnica è tra il 10 e il 15%.

I rapporti mirati solitamente si pianificano dopo un trattamento di stimolazione ovarica, al fine di generare un’ovulazione unica o doppia che renda più efficace il processo.

Il processo di stimolazione ovarica viene solitamente monitorato mediante ecografie vaginali. Una volta raggiunto uno sviluppo follicolare ottimale, si può calcolare il momento dell’ovulazione spontanea o regolarlo meglio con la somministrazione di un ormone che induca l’ovulazione. Dopo l’ovulazione si può somministrare un supporto a base di progesterone per supplire a una possibile insufficienza luteale dopo la stimolazione ovarica.